30 dicembre 2011

Cose che fanno perdere la fede #4

 Viene voglia di passare all'Islam, eh?

Ma perché queste canzoni? Perché farci un video che istiga i commentatori alla bestemmia? Perché coinvolgere questi poveri bambini? E soprattutto, dove avrà preso queste cornici agghiaccianti?

27 dicembre 2011

Cose che fanno perdere la fede #3

Attenti a non rimanere ipnotizzati.


22 dicembre 2011

Non è una favola per bambini.

20 dicembre 2011

Letterina a Gesù Bambino (di Beppe Severgnini)

Recuperata da un vecchio Corriere della Sera, è troppo avanti per non rileggerla.

Caro Gesù Bambino,
è nostro dovere avvertirti. Se quest'anno decidi di scendere nuovamente tra noi, lo fai a tuo rischio e pericolo. Non c'è Erode, questo è vero. Ma il momento è rissoso (in politica, in economia, sul web, alla stazione Centrale di Milano), e vedrai che proveranno a metterti in mezzo.
- per cominciare, cercheranno di arruolarti in un partito. Sotto Natale, improvvisamente, tutti cattolicissimi: gente che usa il crocefisso come un manganello, atei devoti e calcolatori, ministri preteschi e prelati ministeriali. Come hai detto? Ieri Di Pietro ti ha scritto, mettendoti in guardia dal diavolo? Uno di questi giorni ti suggerirà una frase: «Tu sei Di Pietro, e su questa pietra edificherò il mio partito». Non fidarti.
- alla Camera litigheranno per stabilire se Astro del ciel è di destra mentre Tu scendi dalle stelle è di sinistra. Al Senato Schifani griderà "Abbassiamo i toni!". Rutelli ti offrirà la tessera n.2 del suo nuovo partito (la n.1 se la tiene). La Santanché dirà che la cometa è ispirata a una sua pettinatura.
- rischierai di restare bloccato nella grotta, al freddo. Causa eccezionali precipitazioni di natura nevosa - oggi le nevicate si chiamano così - i trasporti non sono assicurati, il riscaldamento nemmeno. Il bue e l'asinello? Scòrdateli. Il primo è in sciopero contro il prezzo del latte alla stalla, per solidarietà bovina. L'asinello - detto anche somaro - è impegnato a discutere nei salotti TV.
- nella grotta arriverà una troupe del Tg4 in cerca di storie alternative di Natale ("Coppia hippy si rifugia con figlio neonato in una grotta - non sapeva che il Cavaliere ha abolito l'Ici sulla prima casa!"). E se tu dirai loro "Abbiate Fede!", quelli risponderanno "Ce l'abbiamo, ce l'abbiamo. Da diciotto anni... "
- rischierai di finire nella pubblicità del Pan di Stelle o di un pandoro. Ti chiederanno di esclamare "E' divino!" - e lassù Qualcuno potrebbe dispiacersi. Non solo: Lavazza e Nescafè stanno litigando per una pubblicità ambientata dalle tue parti - sì, in Paradiso. Se ti trovano, ti chiedono un arbitrato. Rischi di passare la notte di Capodanno con Bonolis, Clooney e la Canalis, scocciata perché tua mamma è più giovane e carina di lei.
- a proposito: Maria è meravigliosa, ma un po' fuori moda. Pensa che non ha nemmeno venduta l'esclusiva delle tue prime foto a Chi e non ha creato un gruppo Fan di Jesus su Facebook.
- Giuseppe, bravo artigiano e tuo papà in terra, verrà chiamato Pino, Pinuccio, Giusè, Puccio, Peppe e Beppe - te lo dice uno che se n'intende. "Da Pinuccio & Figlio snc - Infissi e porte blindate" (visti i tempi).
- qualcuno dirà che Babbo Natale - laico, casinista e sovrappeso - è più televisivo di te. Tutti possono interpretarlo: basta un cappello rosso e la barca bianca. Per imitarti, invece, dovremmo tornare umili. E questo, in Italia, non va più di moda.
Dimenticavo. Non aspettare i Re Magi. Sono extracomunitari senza visto e sono stati oggetto di respingimento.

14 dicembre 2011

Il Natale che vorrei

 Contro il consumismo dei ragali, negli States l'avvento ha un volto nuovo.

10 dicembre 2011

La felicità è un cambiamento

Felicità è, invece, uno stato di grazia. Non è un passeggero stato d’animo, è qualcosa di più profondo, di più durevole, è uno stato di coscienza che cresce dentro e non dipende dagli eventi esterni. [...] Proviamo a metterla anche così: la felicità è “fai del buono per te, ma contemporaneamente anche per gli altri”.
Con queste parole Marco Roveda e Ervin Laszlo ci offrono un saggio che, in tempi di crisi, può aiutare molti a ritrovare l'orientamento perso. "La felicità nel Cambiamento" è un e-book, scaricabile gratuitamente su http://portale.lifegate.it/ebook/ita/, che ci insegna a prendere decisioni in fatto di stile di vita e sostenibilità da cui dipende il nostro futuro. L’opera in formato digitale accoglie anche le riflessioni di Premi Nobel, pensatori, testimoni della nostra era, protagonisti del cambiamento: Mikhail Gorbaciov, Robert Kennedy III, Leonardo DiCaprio, Vandana Shiva, Ennio Morricone, Ermanno Olmi, Giampaolo Fabris, Adolfo Pérez Esquivel, Lester Brown, Fritjof Capra, Deepak Chopra, Wangari Maathai, Niccolò Branca, Christian Boiron, Shirin Ebadi, Tomoyo Nonaka sono solo alcuni dei coautori.
Il libro indaga prima di tutto sulle radici della crisi, perché alla radice dei mali del mondo c’è la mancanza di consapevolezza, ma esiste anche una grande possibilità di cambiamento. Importante è curare gli effetti, ma prima di tutto, curarne la causa. L'intento è quello di promuovere e informare, delineare insieme un nuovo stile di vita per tutti e far partire l'espressione di un pensiero collettivo.

7 dicembre 2011

La Terra promessa delle donne contadine


Action Aid International supporta una campagna in difesa delle donne contadine.
“Dite terra e le donne si uniranno”. Non ha dubbi Yerrampalli Suseelamma, una donna indiana di un villaggio nel distretto di Cuddapah nello stato dell’Andhra Pradesh. Yerrampalli ha dovuto attendere un anno per ottenere un documento legale che le riconoscesse il diritto di proprietà sul pezzo di terra che coltiva. Una volta ottenutolo nell’ottobre del 2008, Yerrampalli si è unita all’APDS, un’associazione partner con cui ActionAid ha sviluppato la campagna per i diritti delle donne alla terra in India.
Di donne come Yerrampalli in Africa, Asia e America Latina ce ne sono molte: lavorano la terra, producono tra il 60 e l’80% del cibo, ma spesso non possiedono la terra che lavorano, non possono ereditarla se appartiene al loro coniuge o hanno difficoltà nell’accesso al credito per intraprendere attività agricole che non siano di mera sussistenza. Leggi nazionali o pratiche tradizionali discriminano le donne contadine, rendendole la maggioranza di coloro che soffrono la fame.

Noi possiamo combattere il riscaldamento globale e i consumi per aiutarle, ai potenti della Terra spettano le grandi azioni.
Se vuoi conoscere altre storie di donne contadine nel mondo www.actionaid.it.

Grafiche d'avvento

In quei giorni non c'era un re in Israele
(Giudici 18:1)

5 dicembre 2011

Un pensiero alla settimana

Piero Stefani è un noto biblista che si occupa anche di attualità e dialogo interreligioso. Nel suo blog, ogni settimana pubblica un pensiero in libertà, un tema di interesse personale che, riflesso nei versetti della Scrittura, ci riguarda tutti. Quello di questa settimana si interroga sulla sorte odierna del buon samaritano. Per riflettere.

25 novembre 2011

Di che abete sei?

Avrete notato che già da giorni ci sono in giro addobbi e decorazioni per la festa più importante dell'anno. Così si continua la tradizione dell'abete a Natale. Per chi ha già quello finto, non ci saranno preoccupazioni, ma se volete comprarne uno nuovo ecco il dilemma: abete vero o di plastica? Il Codacons ha già fatto sapere che quest’anno saranno addobbati per il Natale più abeti di plastica e meno abeti veri. Ossia 6 alberi su 10 saranno di plastica. Ma quale risvolto per l'ambiente? Contrariamente a quanto si pensa, il danno ecologico più ingente è quello proprio per la produzione di alberi finti, spesso creati da sostanze nocive e di difficile smaltimento. Una soluzione potrebbe essere allora quella che offre Ikea: un abete vero proveniente dall´Olanda, a 14,99 euro, che, se riportato dopo le feste, anche secco (quelli ancora in buono stato verranno invece ripiantati), vi frutterà un buono acquisti dello stesso valore da utilizzare in uno dei negozi della catena. Un'altra via potrebbe essere la soluzione creativa ed ecologica: bottiglie di plastica, libri, tronchetti in bambù, elenchi del telefono, appositamente riassemblati "per le feste". Trovate qui una photogallery delle idee più originali. Buon inizio avvento a tutti!

23 novembre 2011

I Profeti parlano alla radio

Il sabato e la domenica mattina. alle 9:30, su Radio 3 "Uomini e Profeti" ci racconta storie di oggi e storie della Bibbia. Con la partecipazione di personaggi illustri della cultura biblica e religiosa, Gabriella Caramore conduce uno spazio di riflessione e di confronto sul tema della fede in generale - il tema del sabato è infatti "Fedi e Mondo", mentre, nella puntata domenicale, le pagine della Scrittura si aprono e si spiegano in "Leggere la Bibbia". Tra gli ultimi temi trattati, compaiono il profeta Isaia, commentato da Enzo Bianchi e i profeti minori. Se non potete sintonizzarvi al mattino, o volete ascoltare le puntate già trasmesse, sono disponibili i podcast e le registrazioni all'indirizzo http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/

21 novembre 2011

...


4 minuti per respirare. (Grazie a Luca)

18 novembre 2011

La settimana dei buoni propositi

Dal 19 al 27 novembre 2011 tutti in riga per la terza edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. L'iniziativa ha avuto quest'anno un particolare successo, con oltre 7000 azioni in Europa e 900 in Italia. Come funziona? Semplice, basta adottare una delle proposte per la riduzione dei rifiuti e la promozione del riciclo e riutilizzo, che troverete cliccando sulle immagini qui sotto, per una sola settimana, il che rende sicuramente le cose più facili. Lo scopo è quello di valutare l'incidenza sull'ambiente di stili di vita eccessivamente distratti sul consumo e, di conseguenza, promuovere buone abitudini come alternativa sostenibile. Sul sito www.ecodallecitta.it/menorifiuti/ ci sono anche regole più specifiche che non tutti conosciamo, news e un blog che ci informa sulla situazione in Europa.

16 novembre 2011

Ecco riapparire il crocifisso


Lo trovi già nelle strade di Roma, Siena, Firenze e Londra. Forse è arrivato anche nella tua città, ma non sai di chi sia opera. Il crocifisso sulla "strada senza uscita" è un prodotto di hurban art della mente di Clet Abrahm, l'artista che attacca stickers sui segnali stradali strappandoci un sorriso mentre siamo alla guida ma anche rielaborando temi profondi, proprio come nel "Cristo", il primo dei suoi interventi, o nella "Pietà". Il suo intento principale è quello di ridonare un senso estetico alle nostre città, invase da segnali numerosi e tanto rudimentali da risultare persino brutti: ecco perché le applicazioni umoristiche. Tuttavia, c'è anche spazio per un confronto con la dimensione del religioso, come egli stesso spiega: "La religione rappresenta il sogno di immortalità, la speranza di una vita dopo la morte. Tutte le religioni sono basate su un sogno umano, quindi irrinunciabile, ma io non posso accettarlo come preconfezionato". Così nei giorni in cui il crocifisso viene tolto dai luoghi pubblici, eccolo riapparire con tutta la sua forza segnica, sulla strada.

15 novembre 2011

La libertà è una questione di sfondo



Amnesty International continua da cinquant'anni la sua battaglia per i diritti umani anche con numerose iniziative di sensibilizzazione: da oggi è possibile supportare gli attivisti scaricando uno sfondo per il tuo iPhone o iPad dal titolo "Scorri per sbloccare", (clicca qui per aprire la pagina di download). Lo sfondo si aggiunge alla candela virtuale (AiCandle), una delle app più scaricate su App Store, per tenere viva la fiamma della speranza in chi vede quotidianamente violata la sua umanità. Sul sito italiano si può anche diventare un attivista web, con un semplice log in, o firmare gli appelli che Amnesty porta avanti.


Ho combattuto la buona battaglia (2Timoteo 4,7).

14 novembre 2011

Cose che fanno perdere la fede #2

All'altisonante grido di "Non è bene che l'uomo sia Single", irrompe nel mondo del web e dei social network "Canticodeicantici.com", un vero e proprio sito di appuntamenti per persone che cercano l'anima gemella e, non soltanto sperano di trovarla su internet, ma vogliono pure che sia cattolica e sana di mente. Il meccanismo è quello classico, si crea il proprio profilo e per conoscere nuovi amici o il partner ideale basta scegliere tra gli altri iscritti e inviare ai papabili un "sorriso" (ma non penso si possa rispondere con un cazzotto). Nel sito troverete anche i gruppi formati dagli stessi iscritti tra cui spiccano quello intitolato "MARTA E MARIA CON LA REGINA DELLA PACE" o "La vita è bella" sottotitolo: "è tutto ok...". Per i membri di questa community il suggerimento è di andare a ballare il sabato sera, per gli altri di passare allo Shintoismo.

12 novembre 2011

Il test del Marshmallow e Dio


La ragazza esce dalla stanza chiedendo ai bambini di aspettare il suo ritorno senza mangiare il Marshmallow (una vera golosità per i piccoli americani). Se sapranno aspettare ne riceveranno un altro.
Il video è molto divertente, ma speriamo che Dio non ci tratti così per davvero!

11 novembre 2011

Cambiare si può

Make a change è una associazione di imprenditori e organizzazioni, che operano in varie aree, accomunati dal desiderio di rifondare l'economia d'impresa non più sulla remunerazione del capitale ma sulla promozione dei valori etici e della giustizia sociale. Cosa significa? Che si affaccia anche in Italia l'idea secondo cui il "sociale" non sia soltanto riservato alle associazioni e alle onlus, che lavorano sulla beneficenza e sul volontariato, ma può diventare una vera e propria fonte di reddito la cui finalità è mettere il capitale e il profitto al servizio del benessere sociale.
Che l'opera funizioni ne sono prova le decine di imprese a carattere sociale che hanno partecipato al contest nazionale "Il più bel lavoro del mondo", rivolto a tutti coloro che propongono una business idea finalizzata allo sviluppo e avvio di una Impresa a scopo sociale.
Qui sotto trovi il video del vincitore dell'anno scorso, mentre per conoscere le idee in concorso quest'anno e magari far valere la tua, visita il sito www.makeachange.it

9 novembre 2011

Musica per l'anima

Nei tempi in cui la dimensione spirituale della società, perciò di ogni uomo, riceve sempre meno spazio, il vero avversario non è il credente di altra religione, ma proprio l'abbandono della fede, l'ateismo pratico, l'indifferenza. Beyond singing è il progetto di Tina Turner, Dechen Shak-Dagsay e Regula Curti che attraverso la musica, elemento che lega tutte le religioni, vuole recuperare e promuovere un ritorno alla dimensione sacrale della vita, imprescindibile per ogni essere umano. Il primo album, uscito lo scorso anno, raccoglie i brani più importanti della tradizione cristiana e buddhista e prova un mash-up quasi sempre riuscito e intenso. Children Beyond ha invece raccolto più confessioni unite nella preghiera in una collezione di 13 preghiere cristiane, buddhiste, induiste, musulmane ed ebree, cantate da bambini, più un singolo inedito ("Unity") e un libretto che spiega e traduce i testi delle preghiere insieme ai movimenti. Per saperne di più www.beyondsinging.com; per ascoltare e acquistare gli album vai su iTunes.

8 novembre 2011

Chi dice donna dice scandalo

Cinque donne sono nominate nella genealogia del vangelo di Matteo, da Abramo a Gesù, cinque donne che non appartengono alla stirpe di Israele eppure cambiano il corso della storia di questo popolo. La loro storia è raccontata da Erri De Luca nel libretto "Le sante dello scandalo" (Giuntina). Con la solita penna vivace dello scrittore napoletano, il testo biblico diventa vita vera, attuale, storia di coraggio e fede, nel mondo insicuro degli uomini profeti e patriarchi d'Israele. "Le donne, queste donne, non vacillano in nessun punto. Vanno contro le regole e sacrificano la loro eccezione. Il loro slancio è più solido di quello dei profeti, sono le sante dello scandalo. Non hanno nessun potere, né rango, eppure governano il tempo".  Altro che Dio maschio.

7 novembre 2011

Il demone nell'affresco di Giotto



Chiara Frugoni, storica dell'arte ed esperta di francescanesimo, ha scoperto, dopo secoli di apparente disattenzione, anche grazie ai recenti restauri, la figura di un demone nascosto tra le nuvole della ventesima scena degli affreschi di Giotto, nella Basilica Superiore in Assisi dedicata a San Francesco. La notizia della scoperta, descritta dalla stessa Frugoni nel sito della rivista San Francesco Patrono d'Italia, ha fatto il giro del mondo tanto da raggiungere il milione di contatti in un solo giorno. Restano ancora incerte le interpretazioni, orientate per lo più a una sorta di "esorcismo figurato", non inusuale nell'arte medievale, visto che la figura in chiaro scuro si trova proprio nella scena del ciclo che raffigura il passaggio dell'anima di Francesco dal terreno al mondo celeste. Tuttavia le reali intenzioni di Giotto saranno di certo da approfondire. Intanto i frutti sembrano già intervenire nella storia dell'arte: spiega Chiara Frugoni: «Fino ad oggi il primo pittore che pensò di trattare le nuvole era ritenuto Andrea Mantegna che nel suo San Sebastiano, dipinto nel 1460 (oggi conservato nel Kunsthistorisches Museum a Vienna), mostrò sullo sfondo del cielo un cavaliere che emerge da una nuvola. Ora, questo primato del Mantegna non è più tale». Non resta che correre ad Assisi per curiosare dal vivo.

6 novembre 2011

Senza più elenchi


Quand'è stata l'ultima volta che hai cercato un numero sull'elenco del telefono? Forse anche per te sono passati anni, eppure la Seat continua ogni anno a stampare in Italia 50 milioni di elenchi telefonici. Questa produzione, unita all'energia per la distribuzione è responsabile di emissioni di CO2 per un totale equivalente a quella assorbita in un anno da una superficie forestale pari a 8.300 campi di calcio. Ecco perché LifeGate e Greenpeace sostengono una petizione on-line la cui adesione sarà inviata all’attenzione dell’amministratore delegato di Seat Pagine Gialle Spa e Telecom Italia Spa e al Dipartimento per l’informazione e l’editoria presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Sembra impensabile nell'era digitale un tale spreco di risorse, per questo vale la pena di sottoscrivere la petizione alla pagina di LifeGate "Aboliamo gli elenchi telefonici cartacei", dove troverete informazioni più precise sulla causa.
Per conoscere, invece, un modo per riutilizzare quelli vecchi, guardate questo link.

4 novembre 2011

Raggiungere i propri obiettivi (One small step)


Questo video ci mostra come, spesso, nel tentativo di raggiungere i nostri obiettivi (leggere la bibbia, dimagrire, avere una relazione stabile), dopo i primi entusiasmi spesso ci demoralizziamo e, siccome la meta sembra troppo alta, abbandoniamo i nostri propositi. Ma ogni tappa del cammino, per quanto duro, è importante e le grandi mete si raggiungono a piccoli passi.

2 novembre 2011

Una casa di preghiera per tutti

Il mio tempio si chiamerà
casa di preghiera per tutti i popoli
(Isaia 56:7)
Italia 24-7 è la stanza di preghiera italiana del movimento internazionale di preghiera sul web 24-7, una delle più belle iniziative degli ultimi tempi. Il progetto invita ogni credente, di tutte le religioni, a formare una linea continua di preghiera per sostenere le situazioni tragiche del mondo, ma anche le piccole vicende personali. 24-7 International Prayer è presente in 24 paesi e l'Italia ha per ora alcuni membri. Come pregare? Attraverso una semplice applicazione si può prenotare uno spazio libero, nel quale riservare un tempo di orazione o meditazione. Troverete tutte le informazioni sul sito www.24-7italia.org, mentre su www.24-7prayer.com (il sito internazionale, in 4 lingue) potete scoprire di più sull'iniziativa, scrivendo anche le vostre preghiere su un muro virtuale, guardando interessanti video esplicativi o creando voi stessi una stanza di preghiera nella casa di preghiera che il Signore ha costruito per noi on-line.

1 novembre 2011

Cos'è la chiesa?

Buona festa dei Santi. (Scusate, è in inglese ma penso si capisca lo stesso.)

31 ottobre 2011

Cose che fanno perdere la fede

Inauguriamo oggi una nuova rubrica: le cose per cui vale la pena di perdere la fede, ovvero: quando i doni di Dio non bastano a far funzionare il cervello. Se conoscete qualcuno che fa uso degli oggetti che vedrete, è il momento per voi di convertirvi al buddhismo.

Il primo post è dedicato alla chiavetta USB a forma di croce, da appendere al collo, utile anche per rubare dati preziosi durante il vostro spionaggio negli archivi segreti del Vaticano. Disponibile in vari materiali e colori, se davvero ne volete una la trovate qui.

29 ottobre 2011

Cercatori della Verità

Dal 31 ottobre prende il via il progetto aleteia.org, la prima comunità di domande e risposte sulla fede cattolica, la vita e la società. Su questo sito, infatti, sarà presto disponibile, in quattro lingue, una community a cui si può prendere parte attraverso i principali social network, per condividere le domande che ogni uomo, ogni credente si pone nel mondo di oggi, accanto ad una ricca sezione dedicata all'attualità e alla cultura: “una piattaforma di dialogo, un ponte tra coloro che credono e coloro che cercano risposte di senso per la propria vita”. L'iniziativa era già stata avviata sperimentalmente dall’arcidiocesi di Boston, il cui cardinale Sean O’Malley  crede molto nelle potenzialità del web. Intanto, è già possibile iscriversi tramite la pagina facebook di aleteia. Il consiglio è di guardare subito il video di anteprima e sostenere il progetto diventando membro.

28 ottobre 2011

Crescete e moltiplicatevi

Dio li benedisse e disse loro:
"Siate fecondi e moltiplicatevi,
riempite la terra" (Genesi 1:28)

Ci siamo. La popolazione mondiale sta per raggiungere i 7 miliardi di persone. Per celebrare questo evento la BBC ha pubblicato un piccolo pannello statistico on-line dove, inserendo la tua data di nascita, puoi scoprire a che posto sei nel mondo. Inoltre, proseguendo nella ricerca, puoi vedere le crescite demografiche del tuo paese o di altri. E tu che numero sei? Vai su 7 billion people and you: What’s your number?

26 ottobre 2011

Siate sottomesse ai vostri mariti

Nessuno crede più che una donna non possa fare ciò che fa un uomo, figuriamoci se debba essergli sottomessa. Costanza Miriano pensa, invece, che proprio la sottomissione (che è già di per sé una "missione") sia la chiave per una vita al femminile meno problematica e senza dubbio più felice. Ecco perché il suo primo libro "Sposati e sii sottomessa" ci spiega molto brillantemente questa sua teoria, provata sulla pelle del marito e dei suoi quattro bambini. Ma siccome qualcuno potrebbe ancora dubitare, nel tempo libero scrive anche un blog dove le donne avranno prova che si può rinunciare alle loro velleità mascoline, per essere naturalmente libere e amate.

24 ottobre 2011

Generation awake

Non dormiamo dunque come gli altri, ma restiamo svegli e siamo sobrii (1Tessalonicesi 5:6).
Chi ha detto che questa generazione dorme? Il programma Generation Awake (www.generationawake.eu/it) dell'Unione Europea sa che sono proprio le nuove generazioni a dover sostenere un consumo più saggio e responsabile. Per questo ci informa su alcune dritte per non restare indietro. E lo spot ha una canzone deliziosa.

20 ottobre 2011

To share or not to share?

Un esperimento per studiare il comportamento dei bambini di fronte a una realtà non convenzionale. Condividere o non condividere? La risposta per i bambini viene naturalesu 20 ragazzi che hanno partecipato, tutti hanno deciso per la stessa soluzione. Lo spagnolo recita: C'è una soluzione alla famedobbiamo solo imparare a condividere. La nuova campagna dell'Azione contro la Fame parte da qui. Per saperne di più www.experimentocomparte.org

17 ottobre 2011

Srotolate i rotoli

Se vi piace l'archeologia, Google ha fatto qualcosa per voi: dopo il tour virtuale degli scavi di Pompei, trovate su questo sito (http://dss.collections.imj.org.il/) i manoscritti del Mar Morto scoperti a Qumran tra gli anni 40 e 50. Tra le opzioni di navigazione sorprende la possibilità di individuare nell'immagine il versetto biblico corrispondente. Inoltre, se masticate un po' d'inglese, non perdete il documentario su come è avvenuta la digitalizzazione. Questo sito ha raggiunto in poco tempo oltre un milione di visitatori, attratti dalla scoperta e dall'incredibile fedeltà della riproduzione virtuale. Se poi desiderate sapere qualcosa in più sui manoscritti e il loro ritrovamento ecco il link di Wikipedia.

12 ottobre 2011

46 secondi per il terzo mondo

10 ottobre 2011

San Francesco ha scritto la Bibbia


"La Bibbia di San Francesco" è una collana a cura di Dino Dozzi (Edizioni EDB), che raccoglie le riflessioni su alcune tematiche centrali dei libri della Sacra Scrittura. Dalla Genesi ai Profeti, dai Vangeli fino ai Salmi, questi volumetti, ormai in uscita da quasi dieci anni, hanno per chiave ermeneutica "Parola e sandali per strada", dove nella sezione "Parola" si descrive l'interpretazione biblica vera e propria, in "Sandali" la narrazione dell'esperienza di Francesco sul tema in questione e infine in "per strada" emerge il tentativo di incarnare nella vita di oggi le complesse vicende dell'Antico e del Nuovo Testamento. Tutti gli autori che collaborano al progetto riescono a mantenere uno stile chiaro e divulgativo, anche scendendo in profondità, così ogni articolo diventa uno strumento per la meditazione e il confronto personale e fraterno con la Parola. 

9 ottobre 2011

Il mese del riciclo

Ancora confuso se un barattolo di pelati va nell'umido o nella latta? Butti i fazzoletti nella raccolta carta ma solo se non sono troppo smoccicosi? IConai, Consorzio nazionale imballaggi, insieme al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e ad ANCI, Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, promuove dal 4 al 29 ottobre l'iniziativa "Raccolta dieci più: il mese del riciclo e della raccolta differenziata di qualità”. Un decalogo per non sbagliare, un elenco di materiali che riciclati possono contribuire alla salvaguardia del creato e  a un risparmio della collettività e un concorso per i più bravi. Tutti rimandati ad ottobre sul sito Raccolta 10+.

7 ottobre 2011

Cattiva scienza, non scienza cattiva

L'annuncio dei profeti è sempre in contrasto con la moltitudine. "Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero": così si apre il blog di Enzo Pennetta, un biologo, insegnante di scienze naturali, che si occupa di iniziative legate alla didattica delle scienze e di attività di formazione culturale. Nei suoi post, in cui si occupa di attualità, soprattutto scientifica, con un taglio sagace, dimostra ad esempio come le accuse fatte a Google di consumare energia pari a 41 grattacieli, siano fondamentalmente inopportune o denuncia la crescente abitudine tra i medici alla somministrazione di certe droghe ai bambini affetti da iperattività. Piacerà a chi pensa che anche Dio fa scienza; ci piace comunque perché cerca la verità, a volte scomoda. E questo è il primo compito dei profeti.

6 ottobre 2011

To Jobs, Steve!


30 settembre 2011

Francesco Pellegrino della Pace (Anteprima)

Sabato 1° ottobre alle 21:30 nella Cattedrale di San Pietro Apostolo a Frascati

24 settembre 2011

Il Cantico delle Creature in dialetto Tarantino

San Frangìsche, ’U càndeche de le crijatúre
Altísseme, ’Neputènde, Signóre bbuéne, 
Túje so’ le làude, ’a glorie, ll’anóre e ogne bbenedizzióne. 
A Tté súle, Altísseme, Te tòcchene,
e nnisciún’óme éte dègne de Te menduváre. 
Lavudáte sije, Signóre mije, appríss’a ttutte le crijatúre Tóve,
spéče frátema mije mèstre sóle,
ca jé llúče d’u ggiúrne, e nn’allumenìsce a nnúje cu jidde.
E jidde’é’ bbèlle e allucèsce cu sblennóre granne,
de Téje, Altísseme, annùče ’u valóre.
Lavudáte sije, Signóre mije, pe’ ssòrem’a lúne e lle stèdde:
’ngíele l’hé crijáte lucénde, sobraffíne e vvalènde, e bbèdde.
Lavudáte sije, Signóre mije, pe’ ffráteme ’u víende,
e ppe’ ll’àrie, le nùvele, ’u chiaríme e ogne ttìjembe,
ca cu chìdde a lle crijatúre Tóve le fáče refiatà.
Lavudáte sije, Signóre mije, pe’ ssòreme l’acque,
ca jé ùtele asséje, terragnóle, prizziósa e cchiáre.
Lavudáte sije, Signóre mije, pe’ ffráteme ’u fuéche,
ca cu jìdde allumenìsce ’a nòtte:
e jidd’è’ bbèlle, allègre, pastecchíne e ffòrte.
Lavudáte sije, Signóre mije, p’a sóra nòstra màtra tèrre,
ca ne mandéne e nn’ènghie ’a vèndre,
e ccàcce numúnne de frùtte e ppúre fiúre d’ogne cculóre e ll’èrve.
Lavudáte sije, Signóre mije, pe’ cchidde ca perdònene p’amóre Túve
E ssuppòrtene malatíje e ttrìbbule.
Vijáte a cchìdde ca l’honna ssuppurtà cu rrassignazzióne,
ca da Téje, Altísseme, honn’essere ’ngurunáte.
Lavudáte sije, Signóre mije, p’a sóra nostra morta d’u cuèrpe
ca da jèdde nisciún’ome ca refiáte po’ scambáre:
uàje a cchidde c’honna murè jind’a’ le puccáte murtále;
vijáte a cchidde ca jedde à dda truvà jind’a’ Vulundà’ Ttója Sandísseme,
ca a llóre ’a secònna mòrte no ’nge l’à ddà ffa’ mále.
Lavudáte e bbenedecíte ’u Signóre mij’ e dečíteLe gràzzie
E sservíteLe cu grànna devuzzióne.

Non sarà la versione originale di San Francesco, ma questa traduzione di Enrico Verò in dialetto tarantino (www.tarantoincartolna.com) conserva la stessa limpidezza del Cantico in volgare. Da dedicare agli amici della città dei due mari.

21 settembre 2011

Francesco in cattedrale (a Frascati)

Una serata con musicisti, attori e interpreti, tutti appassionati del carisma francescano, dedicata alla celebrazione del Santo che più di tutti ha cambiato il mondo, con la sua vita spesa per il dialogo, la pace, la costruzione del Regno. "Francesco pellegrino della Pace" è il titolo del nuovo spettacolo che i frati francescani di San Bonaventura a Frascati propongono come serata di apertura per le festività dedicate a San Francesco. La sensibilità dei testi occidentali delle Fonti Francescane, nelle musiche di Angelo Branduardi, si interpola alle parole di un antichissimo inno della tradizione orientale scritto per la festa del santo di Assisi: in questo connubio tra due mondi, culturali e religiosi, a chi assisterà allo spettacolo verrà lasciato, attraverso l'arte, un messaggio di quella speranza e di quella fede nell'umanità, di cui Francesco è tuttora il principale interprete. L'appuntamento è per Sabato 1° ottobre alle 21:30 nella Cattedrale di San Pietro Apostolo a Frascati.

2 luglio 2011

Festival Francescano

Il 23, 24 e 25 settembre si svolgerà a Reggio Emilia la terza edizione del Festival Francescano: tre giorni dedicati al santo patrono d'Italia, per conoscere meglio la figura di Francesco, la sua spiritualità e il movimento francescano (la famiglia dei frati, la gioventù francescana e l'ordine francescano secolare). Insieme al programma culturale, composto de un ciclo di incontri e dibattiti con, tra gli altri, Ernesto Olivero, più volte candidato al Nobel per la Pace, Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio ed Enrico Brizzi, scrittore, il programma prevede diversi spettacoli tra cui: Giovanni Allevi, Niccolò Fabi e, per i più piccoli, il “Piccolo Coro Mariele Ventre dell’Antoniano”. Nell'attesa di parteciparvi vi segnalo il sito, dove potrete anche registrarvi o proporvi come volontario per l'edizione 2011.

29 giugno 2011

Nuove forme di evangelizzazione

23 giugno 2011

Quattro preti sulla strada del Vangelo

"Ogni volta che si invoca sicurezza, significa che non c'è comunità, che a un certo momento c'è la paura. La paura di che cosa? Di cambiare. La mia esperienza, invece, mi dice che la comunità è alla base del cambiamento."

Sono parole di don Andrea Gallo, sacerdote di Genova, fondatore della comunità di recupero San Benedetto al Porto, la cui esperienza insegna che non è possibile vivere il Vangelo se non si rischia il tutto per tutto, se non si gioca nella partita la propria esistenza, anche contro il pregiudizio di chi non vuole rinunciare alle proprie sicurezze. La sua storia, insieme a quella di altri tre preti impegnati nella Chiesa che si sporca le mani, è raccontata in "Dov'è Dio - Il Vangelo quotidiano secondo quattro preti di strada" (Einaudi). Quattro storie da leggere per riflettere, conoscere e riconoscere che c'è vita (e Gesù è la vita) oltre il tabernacolo.

22 giugno 2011

Una firma per la libertà sul web


Su markup.mozilla lascia la tua firma in poche mosse. Si tratta di un modo per celebrare l'evoluzione dei browser internet avvenuta con Firefox, il primo gratuito, veloce e sicuro, ma anche per affermare la propria adesione alla condivisione, che sul web 2.0 è più che mai possibile, laddove gli utenti sono le stesse persone che creano e costruiscono il web con nuove idee. Il manifesto dell'iniziativa, infatti, così proclama:

Il Web è parte integrante della vita moderna.
Un educatore, un comunicatore, un intrattenitore, un ispiratore, una collaborazione di tutti i nostri sforzi creativi ...
ci permette di condividere le nostre idee, i nostri pensieri, i nostri sogni.
Il Web è la nostra creazione. ...
Per questo motivo crediamo che il Web deve rimanere aperta e accessibile a tutti.
Mark Up è la celebrazione di tale libertà.
La firma di ogni persona è l'espressione individuale di una linea continua che simboleggia la solidarietà.

Naturalmente c'è anche la firma di Frateweb.

20 giugno 2011

Frate Chef e la cucina verde


Ron Pickarski: frate e chef, ma non solo: dopo vari premi vinti nel settore, nel 1991 ha fondato Eco-Cuisine, un’azienda alimentare basata su agricoltura sostenibile e benessere del consumatore. Quella di Ron è una vocazione. "Dopo aver sperimentato la connessione esistente tra la scelta del cibo che mangiamo e la nostra salute personale, nel 1976 è diventato vegetariano e nel 1977 vegano. Più in là nel tempo ha sviluppato anche un vivo interesse nell’arte culinaria che, in quanto Frate Francescano, ha unito alla missione di aiutare le persone a ritrovare e mantenere la loro salute attraverso le giuste scelte dietetiche. Si è quindi specializzato in Cucina francese classica e in Cucina moderna vegetariana e vegana realizzando piatti soltanto a base di prodotti naturali ed organici."(italiaecosostenibile.it). Ron ha fatto della sua passione e della sua scelta di vita un'idea per migliorare la nostra alimentazione e con essa le persone e il mondo. Potete acquistare i libri (in inglese) di Brother Ron su Deastore o provare alcune sue ricette, rigorosamente bio, su Legumechef.com. Buon appetito!

14 giugno 2011

Quando il seme cade sulla buona terra

Dopo una chiacchierata su Skype, e Gesù che dice: "Io faccio nuove tutte le cose" ecco perché la maggior parte delle intuizioni si perde nei meandri delle nostre sicurezze. Attenzione: quest'uomo sta parlando di un progetto editoriale e non del Regno di Dio.
(Grazie a Cri!)

8 giugno 2011

L'occasione che aspettavi per leggere la Bibbia


Una versione della Bibbia in più di 50 traduzioni, dal Greco all'Ebraico antico, dallo Spagnolo al Coreano: questo é Youversion, una app per il tuo SmartPhone o disponibile anche sul web, che ha già superato i dieci milioni di downloads. Ma non è solo un modo per avere tutta la Scrittura sempre in tasca; su Youversion.com c'è una community, dei readings virtuali, strumenti per la ricerca e lo studio e dei piani giornalieri che ti consentono di leggere tutta la Parola in un mese, un anno o due. Cosa non va? La traduzione italiana più recente è del 1994, cioè non compare il nuovo testo CEI. Coraggio Bagnasco!

6 giugno 2011

Un libro per risorgere (anche con gli occhi)


Ho comprato "Voglia di risorgere" di Carlo Maria Martini (Mondadori). Devo essere sincero, l'ho comprato soprattutto per le illustrazioni di Emiliano Ponzi (davvero bravo www.emilianoponzi.com), perché era da tempo che cercavo uno stile che potesse essere comunicativo spiritualmente e gradevole nell'estetica, e in queste illustrazioni ho trovato una bella sintesi. Comunque il libro vale la pena anche per le parole di Martini, sempre fresco e pieno di speranza; lo consiglio soprattutto a chi, in questa Pasqua, ancora è risorto a stento.

5 giugno 2011

Senti come suona LifeGate




LifeGate è un progetto di eco-sostenibilità per aziende e privati. Cosa significa? Che alcune meccaniche azioni della nostra giornata, come prendere l'autobus, accendere il forno o battere sulla tastiera del computer, come io sto facendo ora, contribuiscono ad emettere particelle di CO2, di cui conosciamo gli effetti per l'ambiente e la società. LifeGate ci aiuta a calcolare e a compensare l'impatto del nostro lavoro, della nostra vita domestica e delle tecnologie attraverso programmi di riforestazione e progetti di eco-compatibilità che ognuno di noi può adottare nella propria abitazione o azienda. Inoltre a promuovere il tutto c'è anche LifeGate Radio (a Roma su 90.90 o in streaming su web) che, tra l'intrattenimento e l'informazione (sempre sulla sostenibilità) offre una playlist ricercata e di generi insoliti per un network: jazz, rock'n'roll, indie, bossanova e classici per veri intenditori.
News, informazioni e le altre frequenze della radio su www.lifegate.it

Risparmiare sulle cartucce della stampante




Ecofont è un carattere di stampa che, grazie a minuscoli forellini all'interno delle aste, consente di risparmiare fino al 20% sul consumo delle cartucce di inchiostro della tua inkjet. Sensibili risparmi sono inoltre stati testati sul toner delle stampanti laser. Il font, infatti, conservando un'alta qualità di stampa fino a corpo 18 - misura oltre la quale cominciano a intravedersi i buchi - è pensato soprattutto per le stampe d'uso quotidiano, quelle che normalmente incidono di più sul consumo di inchiostro, specialmente nero. Il font è facilmente e gratuitamente scaricabile dalla pagina http://www.ecofont.eu/downloads_en.html e si installa copiandolo nella cartella dei caratteri, dal Pannello di Controllo di Windows oppure direttamente sul Libro Font per chi possiede Mac OsX.